19 dicembre 2017

Programma di Sviluppo Rurale, volano per l’innovazione dell’agricoltura veneta

Fine anno, tempo di bilanci. Siamo al giro di boa del ciclo settennale di impegno dei fondi europei del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 e la Regione Veneto è ai primi posti in classifica per risorse impegnate, pagamenti effettuati e tempi di spesa.

Dai 1.169 milioni del pacchetto complessivo del Psr veneto, gli aiuti già concessi superano i 600 milioni, sono 338 i milioni impegnati (pari a circa il 30% del totale), 27 mila le domande finanziate, con tempi medi di pagamento di 45 giorni. Su un totale di 120 mila aziende attive in Veneto nel settore agricolo, in pratica una su 5 ha beneficiato degli aiuti del Psr. Questi numeri non fanno altro che confermare come il Programma di sviluppo rurale sia il grande volano di sviluppo e di innovazione per la nostra agricoltura.

Rispetto alla programmazione precedente 2007-2013, abbiamo aumentato le risorse, affinato bandi e obiettivi, dimezzato i tempi di impegno e di pagamento e potenziato la comunicazione: oltre mille imprenditori sono stati protagonisti in queste settimane dei ‘dialoghi’ sul Psr, condotti nelle sette province venete, per far conoscere agli agricoltori opportunità e risultati del programma.

La Regione Veneto sta investendo, e in modo significativo, nel ricambio generazionale, nell’innovazione, nell’agricoltura in montagna, nella tutela dell’ambiente e nella funzione sociale delle aziende agricole, articolando i bandi in ragione delle molteplici esigenze del settore primario. I fondi del Psr intervengono anche per fronteggiare le grandi emergenze del settore primario: l’influenza aviaria (5 milioni per migliorare gli allevamenti), i Pfas (3 milioni per portare acqua pulita ai 1500 allevamenti della ‘zona rossa’), la cimice asiatica, la vespa velutina e la drosophila suzuki, il moscerino della frutta che ha messo in ginocchio i produttori di ciliegie, albicocche e pesche di Verona, Vicenza  e Padova. Con la risorse del Psr la Regione sostiene programmi delle università di Padova e di Verona per individuare parassitoidi e metodiche biologiche di contrasto.

Per il 2018 sono già pronti altri 12 bandi, finanziati con 70 milioni: sono rivolti a sostenere i giovani in agricoltura (13 milioni), la capacità di investimento delle aziende del primario (40 milioni), i progetti di cooperazione in ambito agroclimatico e ambientale (5 milioni), nonché progetti di rete per fattorie sociali e fattorie didattiche (2 milioni).

Colgo l’occasione per fare a tutti voi i miei più sinceri auguri di Buon Natale, salutandovi con questa frase, metafora della vita, dello scrittore e poeta scozzese Robert Louis Stevenson che dice:

“Non giudicare ciascun giorno in base al raccolto che hai ottenuto, ma dai semi che hai piantato”.

Giuseppe Pan,
Assessore all’Agricoltura
Regione del Veneto


PSR Veneto 2014-2020