PSR 2014-2020

Le risorse, gli obiettivi, i beneficiari del PSR, il programma dedicato al mondo rurale attraverso cui la Regione del Veneto accompagna lo sviluppo del territorio.

Il Programma di sviluppo rurale (PSR) è lo strumento di attuazione del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) attraverso il quale la Regione del Veneto sostiene gli interventi per lo sviluppo del territorio, secondo le finalità delle politiche dell’Unione Europea e i fabbisogni del contesto regionale.

Il PSR per il Veneto 2014-2020 è stato approvato con decisione della Commissione Europea n. 3482 del 26 maggio 2015 e concorre, assieme agli altri Fondi strutturali e di investimento europei (SIE), alla realizzazione delle priorità della strategia “Europa 2020”, nel quadro dell’Accordo di partenariato tra lo Stato Italiano e l’Unione Europea.

 

“Estensione” 2021-2022

Per assicurare un sostegno agli agricoltori e agli altri beneficiari, in seguito alla ridefinizione dell’entrata in vigore della nuova PAC (prevista per il 2023), il regolamento  2020/2220 dispone che continui l’applicazione delle norme dell’attuale quadro della PAC 2014-2020 e che sia assicurata la continuità dei pagamenti nel corso del 2021 e del 2022 («periodo transitorio»).

Al PSR Veneto, pertanto, è stata attribuita un’integrazione di risorse per coprire la fase di transizione composta da “risorse ordinarie” per un importo di spesa pubblica pari a oltre 341 milioni di euro e di risorse provenienti dall’EURI (European Union Recovery Instrumento, noto anche come “Recovery fund”) per un importo di spesa pubblica pari a 50,8 milioni di euro, per un totale complessivo di circa 392 milioni di euro.

 

Risorse inizio programmazione

risorse finanziarie gestite tramite il PSR

Le risorse finanziarie concesse con il PSR possono essere utilizzate per:


  • stimolare la competitività del settore agricolo
  • garantire la gestione sostenibile delle risorse naturali e l’azione per il clima
  • realizzare uno sviluppo territoriale equilibrato delle economie e comunità rurali, compresi la creazione e il mantenimento di posti di lavoro.

 

Due sono i vincoli principali fissati dai regolamenti europei: il 30% delle risorse è destinato a interventi di carattere ambientale e il 5% allo sviluppo locale delle aree rurali.

Secondo i regolamenti dell’Unione europea i beneficiari dei Fondi strutturali e di investimento europei (SIE) possono essere organismi pubblici o privati oppure persone fisiche che siano responsabili dell’avvio e dell’attuazione delle operazioni.

 

A titolo esemplificativo, i principali beneficiari del PSR sono:


  • Imprese agricole singole e associate
  • Consorzi e Organizzazioni dei produttori
  • Imprese agroalimentari
  • Consorzi di tutela DOP, IGP e STG
  • Soggetti pubblici in forma singola e associata (ad esempio: Comuni, Consorzi di Comuni)
  • Organismi di formazione
  • Organismi di consulenza
  • Partenariati pubblico-privati (ad esempio i GAL – Gruppi di azione locale)

 

Vuoi approfondire la conoscenza del PSR 2014-2020 e avere maggiori informazioni sul piano tecnico, normativo e amministrativo?

La documentazione ufficiale del programma è interamente disponibile sulla pagina del portale regionale dedicata al Programma di Sviluppo Rurale del Veneto.


Social Media Policy PSR Veneto 2014-2020

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi