28 Dicembre 2018

Per il Veneto è il momento di definire le priorità del sistema agricolo

Il settore primario in Veneto conta oltre 100mila aziende agricole, di cui 63mila iscritte alla Camera di commercio, che gestiscono 800mila ettari di superficie agricola coltivabile e che nel 2017 hanno realizzato una produzione lorda di poco superiore ai 6 miliardi di euro e che, anche negli anni delle crisi, ha continuato a tenere alta l’asticella delle esportazioni. Il Veneto è leader in Italia per produzioni di qualità, come risulta dall’ultimo rapporto Ismea – Qualivita 2018 che colloca la nostra regione al primo posto per numero di DOP, IGP e STG. Sono 91 i prodotti registrati a marchio europeo, a testimonianza della specializzazione e capacità produttiva dell’agroalimentare veneto, oltre che del talento e tenacia nei nostri produttori. Certo, un ruolo importante è giocato anche dall’efficacia di politiche di sostegno e di accompagnamento dedicate alle filiere. Ma incombono nuove sfide, dettate dal cambiamento climatico, dalla necessità di maggiore sostenibilità ambientale, dalla competitività e distribuzione del valore, dall’innovazione, dall’occupazione giovanile e dalle possibilità di sviluppo dei territori rurali: sfide che ci impongono nuove strategie e nuovi strumenti per individuare soluzioni.

Per fare questo, abbiamo dato il via ad un percorso di ascolto e confronto con oltre 300 sigle che rappresentano il mondo agricolo e rurale veneto. La Conferenza Regionale dell’Agricoltura Veneta si è aperta a Padova con il seminario introduttivo al quale seguiranno la consultazione online, una fase di approfondimento scientifico e la giornata conclusiva. Penso che tutti siamo consapevoli del ruolo e delle risorse a disposizione della Regione e sappiamo che sono limitate, per questo è imperativo condividere il quadro di analisi per orientare gli sforzi possibili verso ciò che è veramente prioritario. La grande consultazione, equiparabile ad una sorta di ‘stati generali’ del settore primario, proseguirà online sino al 31 gennaio, raccogliendo osservazioni e contributi attraverso il portale dell’agricoltura veneta www.piave.veneto.it. Le tappe successive del percorso prevedono l’analisi dei dati raccolti dalla consultazione. Saranno valutati e utilizzati per redigere il documento che conterrà le indicazioni date dal partenariato per orientare le scelte dell’agricoltura veneta verso il 2030.

Prima di salutarvi voglio augurare a tutti Voi e alle Vostre famiglie un sereno Natale e un felice Anno nuovo, condividendo con voi questa frase che a me è piaciuta molto: “Dimenticare come zappare la terra e curare il terreno, significa dimenticare se stessi. (Mahatma Gandhi)

Giuseppe Pan

Assessore all’Agricoltura Caccia e Pesca


PSR Veneto 2014-2020