23 Aprile 2019

Agricoltura di montagna: 20 milioni di euro a bando

Aperto il bando per il tipo d’intervento 13.1.1 – Indennità compensativa in zona montana. Le risorse attivate ammontano a 20 milioni di euro.

La misura prevede l’erogazione di un aiuto per ettaro di SAU in zona svantaggiata, per compensare le perdite di reddito e i maggiori costi sostenuti rispetto a un’azienda ubicata in zona non affetta da vincoli naturali o specifici, rappresentata sostanzialmente dalle aree di pianura.

Tipo intervento 13.1.1 – Indennità compensativa in zona montana

Beneficiari: agricoltori in attività (Articolo 9 del Regolamento UE n. 1307/2013 e Decreto del MIPAAF n. 5465 del 7 giugno 2018.

Impegni a carico del beneficiario: proseguire l’attività agricola in zona montana per l’anno di presentazione della domanda di aiuto; b) nel caso di aiuto alle aziende zootecniche: condurre superfici foraggere utilizzate per l’allevamento per un periodo minimo di 3 mesi l’anno (compreso tra maggio e ottobre) e seminativi destinati all’alimentazione del bestiame.

Scadenza: 15 giugno 2019 (prorogata)

Importo a bando: 20 milioni di euro

Aliquota e importo: l’aiuto viene determinato sulla base della SAU ammissibile in zona montana (SOI), applicando la combinazione dei fattori di svantaggio derivanti da altitudine e pendenza media aziendale secondo, distinte tra aziende zootecniche e altre aziende.

ACCEDI AL BANDO


PSR Veneto 2014-2020