23 Aprile 2019

Tutela delle razze autoctone: bando da 750mila euro per allevatori “custodi”

Il bando sostiene il recupero e la conservazione di razze locali autoctone minacciate d’abbandono. Le risorse stanziate ammontano a 750mila euro.

Lo scopo è quello di preservare la diversità genetica, facendo in modo che gli allevatori possano svolgere il ruolo di custodi della biodiversità.

Tipo intervento 10.1.7 – Biodiversità – Allevatori custodi

L’intervento finanziabile consiste nell’allevamento in purezza di nuclei di animali per un periodo di cinque anni.

Razze ammesse

Bovini: Burlina, Rendena, Grigio Alpina.

Equini: Norica, CAITPR, Maremmana, Cavallo del Delta.

Ovini: Alpagota, Lamon, Brogna, Vicentina o Foza.

Avicoli: Pollo, Polverara, Pepoi, Robusta Lionata, Robusta Maculata, Ermellinata di Rovigo, Padovana, Millefiori di Lonigo; Faraona: Camosciata; Anatra: Mignon, Germanata veneta; Tacchino: Ermellinato di Rovigo, Comune bronzato; Oca: Padovana.

Beneficiari: agricoltori (articolo 4, Reg. UE n. 1307/2013), associazioni di agricoltori, enti pubblici che conducono aziende agricole.

Scadenza: 15 giugno 2019 (prorogata)

Importo a bando: 750mila euro

Tipo sostegno e importi: pagamento in euro/capo, differenziato per specie e razza.

ACCEDI AL BANDO


PSR Veneto 2014-2020