21 Agosto 2020

A Perarolo di Cadore l’ospitalità è donna

Si sono fatte in tre, per un unico obiettivo: migliorare la ricettività turistica di Perarolo (BL), lungo l’importante asse tracciato dalla ciclabile Venezia-Monaco. Sono Elena Maierotti, Elena Serena e Carmen Stabile e tutte e tre hanno intrapreso e continuato l’attività di ospitalità turistica grazie al GAL Alto Bellunese e ai fondi europei per lo sviluppo locale del PSR Veneto.

 

Perarolo è un piccolo comune del Centro Cadore con una popolazione di 372 abitanti e sorge alla confluenza del Boite con il Piave, sotto le pendici dei monti Zucco e Dubiea e delle Pale di Roda. Grazie alla vicinanza ai fiumi, nel paese si sviluppò un’economia legata al commercio del legname che portò ricchezza e benessere alla popolazione. Gli splendori passati sono testimoniati da un patrimonio storico architettonico di pregio come il palazzo Lazzaris Costantini che, nel corso delle varie programmazioni, è stato oggetto di diversi interventi finanziati con i fondi del Programma di Sviluppo Locale del Gal Alto Bellunese, come il recupero degli affreschi delle facciate, l’allestimento del “Museo del cidolo e del legname”, la ricostruzione della pagoda nel giardino all’italiana del palazzo.

 

Ora i fiumi non sono più utilizzati come vie d’acqua ma continuano ad essere una risorsa. Infatti qui c’è un bacino di pesca, rinomato a livello internazionale dove si praticano le tecniche di pesca a mosca “catch & release” (cattura e rilascia) e “no kill” (non uccidere) che è un forte richiamo per gli appassionati. Infine la pista ciclabile Monaco-Venezia passa per Perarolo nel tracciato della vecchia statale 51 di Alemagna. In questo contesto, dove si stanno sviluppando “turismi” diversi da quello tradizionale di massa, le tre imprenditrici fanno rete tra loro per soddisfare le richieste dei clienti e per dare un servizio di calda ospitalità ai turisti “lenti” di Perarolo.

 

Con i contributi messi a bando dal PSL C.I.M.E. del Gal Alto Bellunese, Elena Maierotti ha aperto a Perarolo il B&B Il cidolo”. Con la ristrutturazione del pian terreno della sua abitazione ha ricavato due camere con bagno e una saletta per le colazioni arredate con gusto ed eleganza. 

 

Elena Serena invece a Caralte (fraz. di Perarolo) ha avviato una nuova attività di affittacamere, “Ai Larici”, dove offre agli ospiti quattro belle stanze con arredi in legno fatti da artigiani locali.

 

Infine, sempre a Caralte, Carmen Stabile, che già da anni svolge l’attività di affittacamere denominata “La genzianella, ha rinnovato il bagno a servizio della camera sottotetto e creato una zona wellness nel giardino con l’installazione di una vasca – tinozza finlandese con acqua riscaldata da una stufa a legna.

 

SCHEDA DEGLI INTERVENTI

Beneficiari:  Elena Maierotti Il Cidolo, Elena Serena Ai larici e Carmen Stabile La genzianella

Luogo: Perarolo (BL)

GAL: Alto Bellunese

Programma di Sviluppo Locale: CIME  

Misura PSR: 19 – Sviluppo locale LEADER

Tipo intervento PSR: 6.4.2 – Creazione e sviluppo di attività extra-agricole nelle aree rurali

Importi finanziati: 31.400, 100.000, 29.700 euro 

 

GALLERY

 

VIDEO SVILUPPO LOCALE LEADER – VENETO

 

INTRODUZIONE ALLO SVILUPPO LOCALE LEADER – SLIDES


Social Media Policy PSR Veneto 2014-2020

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi