26 Aprile 2021

Acqua, ferro e fuoco: alla scoperta delle valli dell’Astico e del Posina

Riscoprire e valorizzare la cultura e il paesaggio delle valli dell’Astico e del Posina: è l’obiettivo del progetto chiave “Acqua, Ferro Fuoco”, promosso dal Gal Montagna Vicentina e finanziato dal fondo europeo FEASR.

L’iniziativa, che si inscrive nel quadro dello sviluppo locale LEADER, ha cercato di amalgamare e rigenerare un territorio piccolo ma “denso”, ricco dal punto di vista della storia e delle attrattive geografiche e culturali. 

 

Gli interventi finanziati, coordinati dall’Unione Montana Alto Astico capofila del progetto, hanno contribuito a promuovere e valorizzare una serie di percorsi e itinerari che si snodano attraverso le valli dell’Astico e del Posina e interessano i Comuni di Arsiero, Velo d’Astico, Laghi, Lastebasse, Posina, Santorso e Tonezza.

 

I temi e gli itinerari

L’Acqua, importante risorsa che ha contribuito allo sviluppo di questo territorio, con la sua forza ha trasformato l’ambiente e azionato mulini, segherie e magli. Il Fuoco, alimentato dal carbone di questi boschi, che ha consentito di fondere e forgiare il Ferro. Con il Ferro si sono prodotti strumenti utilizzati per lavorare e trasformare il territorio (chiodi, aratri, ruote). Acqua, Ferro e Fuoco hanno anche segnato le grandi trasformazioni avvenute durante la Grande Guerra.

La valorizzazione di questi temi si è tradotta nella proposta di tre itinerari

 

 

L’insieme degli interventi

Il progetto ha previsto la realizzazione di percorsi e servizi pensati per diverse tipologie di turisti (famiglie, escursionisti, amanti delle e-bike e in generale della mobilità dolce) allo scopo di poter migliorare e diversificare l’offerta. Sono stati inoltre attuati interventi di carattere strutturale, legati alla realizzazione, adeguamento, ristrutturazione di fabbricati per accogliere servizi turistici.

Particolare attenzione è dedicata poi al tema della cooperazione tra i privati al fine di facilitare la formazione di reti tra i diversi attori socioeconomici presenti ed operanti sul territorio, attraverso la Misura 16.9.1 con la rete Valore in Valle.

I luoghi e le storie

Il tema della Grande Guerra trova una rappresentazione scenografica spettacolare sul colle di Meda (Velo D’Astico) linea di massima resistenza, dove gli orrori del conflitto mondiale vengono trasposti dalle mani sapienti dei pittori e ritrattisti. Un esempio è il bellissimo ritratto che richiama il colle di Meda con le sue fortificazioni ad opera di un pittore soldato.

 I boschi e le acque amene di Posina che permettono di girovagare nei meandri della storia sino ad arrivare, nella zona delle ferriere ad ammirare i resti di una importante attività metallurgica che già dai primordi della storia intesseva rapporti con le zone del bellunese e dell’Altopiano dei Sette Comuni e che ha rappresentato un importante attività economica presente sino al secondo Dopoguerra, importante il recupero del sito delle chioderie a Fusine (Posina). In questa occasione anche grazie alla consulenza di alcuni archeologi e maestri del ferro battuto del distretto del bellunese sono stati resi visitabili e messi in sicurezza i resti delle antiche chioderie.

 

 

 

Scheda del Progetto

 

Beneficiari pubblici 

  • Unione Montana Alto Astico (Capofila)
  • Comune di Arsiero
  • Comune di Velo d’Astico
  • Comune di Lastebasse
  • Comune di Posina
  • Comune di Tonezza
  • Comune di Laghi
  • Comune di Santorso

 

Beneficiari privati

  • Carollo Eventi S.A.S.
  • Azienda Giglio Rosso
  • Savio Michele

 

Proponenti del progetto 

  • Impianti Astico SRL
  • La Locomotiva       Cooperativa Sociale Onlus
  • Lemme Lemme (Ecotopia BioSphera e Nuovi Orizzonti)
  • Consorzio ProLoco Alto Astico Posina
  • Guide Escursionistico Ambientali

 

Ambiti di interesse

TURISMO SOSTENIBILE – Favorire la diversificazione ed integrazione dell’offerta turistica per una gestione sostenibile delle risorse pubbliche e private e la valorizzazione delle specificità territoriali.

 

3 PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE – Valorizzazione del patrimonio culturale e naturale delle aree rurali

 

Obiettivi specifici

2.1 – Valorizzazione del patrimonio paesaggistico, storico-culturale ai fini della sua fruibilità

3.3 – Creazione di sinergie multi settore per lo sviluppo del sistema turistico.

 

Importo finanziato

733.839,12

 

SITO WEB DEL PROGETTO

 

MAGGIORI INFORMAZIONI SUL PROGETTO

 


Social Media Policy PSR Veneto 2014-2020

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi