25 Maggio 2021

Sulla “via della Lana”, alla scoperta di un turismo sostenibile in provincia di Verona

‘La Vecia Via della Lana’ è il percorso che il GAL Baldo-Lessinia ha valorizzato attraverso il Progetto chiave 2 – “Sviluppo del turismo sostenibile nell’est veronese: La Dorsale della Storia”. 

 

Il progetto di sviluppo locale ha contribuito, grazie alle risorse europee del fondo FEASR e al contributo di Stato e Regione del Veneto, allo sviluppo del turismo rurale nella parte orientale del territorio del GAL, lungo una serie di percorsi e itinerari che compongono la ‘Vecia Via della Lana’ e che attraversano le zone agricole e le colline, in parte abbandonati o poco conosciuti, nell’ambito paesaggistico della Val Tramigna, della Val d’Illasi e della Val d’Alpone, in provincia di Verona.

 

 

Il territorio

Quello della Vecia Via della Lanaè un antico sentiero sulla dorsale dei monti Lessini che tocca i comuni di Soave, Cazzano di Tramigna, Illasi, Tregnago, Badia Calavena e Selva di Progno. Un itinerario immerso nel verde delle vigne, degli ulivi, dei ciliegi e dei boschi dell’Alta Lessinia, lungo circa 50 km. A questo si aggiungono i sentieri complementari realizzati nei comuni di Monteforte d’Alpone e Roncà. 

 

Gli interventi

Il lavoro di recupero ha riguardato vecchi sentieri, mulattiere, percorsi sterrati, ed è stato finalizzato alla creazione di una rete capace di collegare territori molto diversi con l’intento di valorizzare un’antica tradizione e promuovere così un turismo sostenibile.  La ‘Vecia Via della Lana’, attualmente rivalorizzata, permette di riscoprire il sentiero che un tempo veniva utilizzato dai pastori e dagli abitanti di queste aree rurali, per trasportare la lana grezza negli stabilimenti della vicina valle del Chiampo, per poi riportare le matasse alle donne che lavoravano ai ferri. 

 

I partner

Il progetto è stato in grado di aggregare soggetti diversi. Da un lato gli otto Comuni hanno saputo condividere un progetto comune di valorizzazione dell’itinerario e dall’altro alcune realtà imprenditoriali hanno saputo vedere le potenzialità turistiche di questa iniziativa. Lo sviluppo di attività di ristorazione ha prodotto un’offerta turistica aggregata ed integrata migliorando la fruibilità del territorio.

 

FOTOGALLERY 

Il sentiero tra i vigneti

 

Il paesaggio con vista sulla Val Tramigna

 

Vista sul castello scaligero di Illasi

 

In bici tra ulivi e viti

 

 

Scheda del Progetto

 

Beneficiari pubblici 

 

Comuni di: 

  • Badia Calavena
  • Cazzano di Tramigna
  • Illasi, Monteforte d’Alpone
  • Roncà
  • Selva di Progno
  • Soave
  • Tregnago

 

Beneficiari privati

 

Ambito di interesse

Turismo sostenibile

 

Obiettivo specifico

Migliorare la fruibilità del territorio anche dal punto di vista turistico. Favorire la nascita di un’offerta turistica integrata. 

 

Importo finanziato

853.777,79 € pubblico

 

PROGETTI CHIAVE – GAL BALDO LESSINIA


Social Media Policy PSR Veneto 2014-2020

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi